Un giorno a Parigi

Dove: Parigi, Francia 🇫🇷

Come: Viaggio di un giorno.

Quando: Giugno 2015.

Budget: 0€, era un regalo!

Per il mio 32esimo compleanno abbiamo deciso di andare a Parigi… in un giorno! Sì hai letto bene, nemmeno 24h nella Ville Lumière. Troppo poco? Non per noi che avevamo già visto la città in passato (il nostro primo viaggio insieme ❤️). Quindi perché non passare un compleanno diverso dal solito?

Tour Eiffel
Arc de Triomphe

Premetto che partivano da Milano quindi con un volo Ryanair (partenza ore 6 am da Bergamo) siamo arrivati in 1h e 30′ nella capitale francese 🇫🇷. Dall’aeroporto di Beauvais un bus ci ha portati in centro in poco più di 60 minuti (esattamente a Porte Maillot). La fermata ci ha permesso di accedere con facilità agli Champs-Élysées in soli 20 minuti a piedi (guarda il percorso qui) e quindi eccoci arrivati a Parigi giusto in tempo per una colazione. Perché allora non fare tappa da Ladurée?👇🏻

Proseguendo il nostro itinerario siamo arrivati fino alla Tour Eiffel. Abbiamo passeggiato con tranquillità lungo la Senna, godendoci il caldo sole di giugno, fino ad arrivare al Champ de Mars. Un giro veloce, qualche foto ed è arrivata l’ora del pranzo (abbiamo scelto un piccolo locale poco distante dalla zona, che serviva hamburger e patatine, non ricordo il nome ma ce ne sono molti lì intorno, avrai l’imbarazzo della scelta! Dai un’occhiata a Tripadvisor).

Girovagando per Parigi

Nel pomeriggio abbiamo proseguito sempre a piedi verso il Museo del Louvre. Purtroppo visti i tempi ristretti non siamo potuti entrare (avevamo in ogni caso già visto il museo durante il nostro viaggio precedente) e così dopo qualche foto ci siamo incamminati di nuovo, questa volta diretti verso la Cattedrale di Notre Dame.

Musée du Louvre

L’ingresso alla Cattedrale è gratuito, per cui abbiamo deciso di dedicare qualche minuto al suo interno e subito dopo un giro di tutto l’esterno per ammirare la bellezza di questa struttura. Purtroppo il nostro giorno a Parigi stava per giungere al termine, dovevamo incamminarci verso la fermata del bus alla Porte Maillot per poi tornare in aeroporto in tempo per il nostro volo (l’appuntamento alla Porte è sempre 3h e 15 min prima rispetto all’orario del volo, tienilo bene a mente per non perdere la coincidenza!). Ancora un po’ di tempo a disposizione giusto per un gelato e un po’ di relax lungo la Senna e poi via verso la strada di casa.

Notre Dame

Tips: Passeggia a piedi per la città e cerca di godere appieno dell’atmosfera che solo una città come Parigi ti sa dare. Perditi tra le vie oppure segui un itinerario preciso, ma ricordati che in 1 giorno l’importante non è vedere tutto, ma passare una giornata diversa dal solito!

Tools: TripAdvisor, Ryanair.

Quali sono i prossimi viaggi in programma? Scoprilo!

Seguimi su Instagram @muttitravels



Addio al nubilato a Nizza

Dove: Nizza, Francia 🇫🇷

Come: Addio al nubilato.

Quando: Maggio 2018.

Budget: 200€ a testa.

Durata: 3 giorni.

Addio al nubilato da organizzare, 7 ragazze da mettere d’accordo, dove andare?? Dopo svariate proposte e 1000 msg su Whatsapp finalmente abbiamo deciso: Nizza. La futura sposa desiderava una località al mare dove poter fare un bagno e visto il periodo scelto (maggio) abbiamo pensato al clima mite della Costa Azzurra. Bonjour! 🥖

… à la plage!
Nizza

Devo ammettere che Nizza mi ha sorpresa in positivo ed è stata davvero una scelta perfetta: sole caldo, spiaggia, mare e tanta bella gente in giro per fare festa. Insomma, una destinazione ideale per un weekend tra amiche o per un addio al nubilato! 🎉 Essendo in 7 ragazze abbiamo deciso di affittare un appartamento tramite Airbnb. Wow! La casa era davvero bella, grande e arredata con gusto. Assolutamente perfetta per questo weekend tra donne. Purtroppo cercando online adesso vedo che non è più presente sul sito, peccato! Forse la rimetteranno più avanti, cercala a Nizza, in Boulevard Gambetta. 👇🏻

Boulevard Gambetta

In alternativa ti consiglio questo appartamento che avevamo inserito tra i nostri preferiti. Plus: l’appartamento scelto da noi è composto da ben 4 camere da letto e 2 bagni. Perfetto per le esigenze di 7 ragazze! Inoltre è molto vicino alla stazione, ci arrivi a piedi, e alla famosa Promenade des Anglais.

In città siamo arrivate con un treno diretto da Milano, devo dire scelta molto comoda e non troppo dispendiosa (90€ biglietto a/r). Per festeggiare abbiamo prenotato una cena al ristorante Le Galet, che si è rivelato ottimo: direttamente sulla spiaggia di Nizza, buon cibo, ottimo vino… e un tramonto che ha fatto da cornice ad una bella serata.

Le Galet
Shooting fotografico
Selfie di gruppo!

Visto il weekend di sole siamo riuscite a sfruttare anche la spiaggia e a fare un bagnetto in mare. Non ci siamo fatte mancare proprio nulla e la futura sposa è stata accontentata!

Tips: grazie al nuovo servizio “Esperienze” di Airbnb abbiamo deciso di regalare alla futura sposa uno shooting fotografico con un fotografo professionista. L’idea è stata molto apprezzata e oltre che divertente (abbiamo girato la città vecchia a piedi mentre il fotografo ci scattava delle foto) è stato un regalo molto gradito: il giorno seguente infatti il fotografo ci ha inviato tutti gli scatti realizzati quel giorno. Contatta Alexis e organizza il tuo shooting. L’esperienza dura circa un paio d’ore.

Tools: Trenitalia, TripAdvisor, Airbnb.

Prenota con Airbnb e guadagna subito 25€ di crediti viaggio!

Quali sono i prossimi viaggi in programma? Scoprilo!

Seguimi su Instagram @muttitravels

3 giorni in Alsazia

Dove: Alsazia, Francia 🇫🇷

Come: Viaggio di coppia, fai da te.

Quando: Settembre 2018.

Budget: 450€ in due.

Durata: 3 giorni.

Tour: Colmar, Riquewihr, Strasburgo, Friburgo, Foresta Nera, Lucerna.

Colmar

Per festeggiare il nostro anniversario di matrimonio cercavo una destinazione romantica, ma allo stesso tempo abbastanza comoda da raggiungere in auto da Milano. Navigando in rete e cercando ispirazione mi sono soffermata su un paesino della Francia. Hai presente le casette colorate in stile favola di Walt Disney? Ecco, questa è Colmar. Così il venerdì mattina di buon’ora siamo partiti verso la Francia.

La città di Colmar è davvero piccola ma è un vero bijoux. La percorri tranquillamente in un giorno a piedi, non ci sono molte cose specifiche da vedere, il bello sta proprio nel passeggiare per le viuzze, perdersi un po’ e assaggiare di tutto… (Sono famosi i vini bianchi, non farteli scappare!). L’hotel scelto per questa prima tappa è stato il Colmar Hotel: un piccolo hotel a 10 minuti a piedi dal centro, praticamente accanto alla stazione dei treni e molto comodo per chi arriva in auto. Plus: il parcheggio è gratuito e la colazione (buona) è compresa nel costo della camera.

Abbiamo dedicato un giorno alla visita della città, mezza giornata il venerdì, al nostro arrivo e mezza giornata il sabato, prima di riprendere l’auto e partire per la destinazione successiva.

Petite Venise
Colmar
Colmar

Riquewihr

Se ti dicessi La Bella e la Bestia? Hai indovinato, siamo a Riquewihr, la seconda tappa del nostro tour in Alsazia! Un paesino colorato incastrato tra le vigne di questa regione, che si dice abbia ispirato il celebre film della Disney. 👑 A soli 30 minuti in auto da Colmar, vale sicuramente una visita (qualche ora è sufficiente, fermati qui prima di proseguire verso Strasburgo, magari per pranzo come abbiamo fatto noi).

Nel paese della Bella e la Bestia

Strasburgo

A 1 ora circa da Colmar si trova Strasburgo. La città è più grande e movimentata rispetto a Colmar, ma non per questo meno ricca di fascino. Una giornata è sufficiente per goderne l’atmosfera incantata. L’hotel che ho scelto per questa notte è stato il Boma Hotel: una struttura 4 stelle in posizione centrale, decorata con oggetti particolari in stile Africa (è stato molto carino dormire qui visto che eravamo appena tornati dalla Tanzania 🇹🇿 Leggi tutto sul nostro tour!). La colazione purtroppo non era inclusa (e costava ben 17€!) ma è veramente buona. Plus: il personale parla italiano, la camera è molto bella, arredata con oggetti di design, che puoi acquistare se ti va! Tutto quello che vedi è in vendita.

Strasburgo
Cattedrale
Per le vie di Strasburgo

Friburgo

È tempo di tornare in Italia, il nostro weekend romantico purtroppo è giunto al termine. Ripresa l’auto, ci siamo diretti fuori da Strasburgo… e ci siamo ritrovati in Germania! 🇩🇪 E allora perché non prevedere una piccola tappa anche qui? Sulla via del ritorno, abbiamo quindi deciso di proseguire verso Friburgo per una pausa bretzel. La città è molto piccola e una volta vista la cattedrale e il Rathaus sinceramente non credo ci sia motivo per dedicarci altro tempo. Attenzione ai velox! (Noi abbiamo preso una bella multa).

Pit Stop a Friburgo

Foresta Nera

Da Friburgo puoi decidere se proseguire verso Berna, in Svizzera, oppure attraversare la Foresta Nera. Forse si allunga un po’ la strada ma abbiamo scelto questa opzione per avere una alternativa alla solita autostrada. Alberi e casette a perdita d’occhio e un bel panorama rilassante. Why not?

Lucerna

Per terminare il nostro weekend itinerante abbiamo deciso di fermarci per una pausa caffè a Lucerna🇨🇭. A parte il costo del caffè esagerato (4,50€!!) ci siamo rilassati in riva al lago prima di riprendere la strada verso casa e finalmente abbiamo visitato il famoso ponte coperto che fino a quel momento avevo visto solo in fotografia. Si tratta del famoso Ponte della Cappella, il più antico ponte coperto d’Europa (fu edificato nel XIV secolo e originariamente faceva parte delle fortificazioni della città. Leggi di più). Visti i prezzi eccessivi, ti consiglio di non fermarti a mangiare qui, ma di proseguire verso l’Italia.

Lucerna
In centro città

Tips: L’auto è decisamente il mezzo più comodo per girare la regione e spostarti dove vuoi. Attenzione però ai limiti di velocità soprattutto in Svizzera (qui non si scherza!). Acquista la vignette prima di varcare il confine.

Tools: Booking, TripAdvisor.

Quali sono i prossimi viaggi in programma? Scoprilo!

Seguimi su Instagram @muttitravels

Capodanno a Lione

Dove: Lione, Francia 🇫🇷

Come: Viaggio con amici, fai da te.

Quando: Dicembre 2017.

Budget: 350€ in due.

Durata: 4 giorni.

Tour: In auto da Milano a Lione.

Cosa fare a Capodanno? La solita domanda a cui spesso non si riesce a dare risposta mi frullava per la testa ormai da tempo 😅 ma era già il mese di settembre e ancora non avevo trovato idee per l’ultimo dell’anno… Così guardando la cartina e cercando una meta raggiungibile in auto da Milano mi sono soffermata in Francia. Mai avrei pensato che potesse interessarmi una città come Lione e invece mi sono dovuta ricredere. Posizione geografica interessante, a metà strada tra Nizza, Marsiglia e Parigi e a poche ore di strada da Milano. La città ha molto da offrire: storia, cultura e gastronomia… tanto che nel 1998 l’UNESCO ha posto sotto la sua tutela i quartieri di Fourviere, Vieux Lyon, Croix Rousse e Presqu’ile. Si tratta di una città piccola, da girare piacevolmente a piedi.

Lione
Piazza a Lione

Ho deciso di prenotare in un hotel del gruppo Accor, un hotel che già avevo addocchiato da tempo e che volevo sperimentare di persona: il Mama Shelter. Mama Shelter è più di un semplice hotel: è uno spazio accogliente, vivace ma soprattutto divertente! Un hotel di design (progettato da Philippe Starck) a costi davvero contenuti (si tratta di un due stelle in fin dei conti, ma ne merita almeno 4 ⭐️⭐️⭐️⭐️). Il bar/ristorante stravagante della struttura ben si presta a feste pazze così la serata di Capodanno abbiamo deciso di passarla lì. Plus: ogni camera è dotata di una Apple TV con film gratuiti anche in italiano. Inoltre troverai un mini angolo cucina se vorrai scaldarti qualcosa in camera.

Mama loves you!
La camera al Mama Shelter
Il buffet della colazione

Lione si è dimostrata una città a misura d’uomo, infatti abbiamo girato sempre a piedi senza troppa difficoltà. Inoltre pur essendo fine dicembre abbiamo trovato una temperatura davvero gradevole, non rigida come temevo prima della partenza. Un punto in più per la città! Durante le tue passeggiate ricordati di salire sulla collina di Fourvière per godere di un favoloso panorama sui tetti della città. Nelle giornate di sole da qui potrai vedere addirittura il Monte Bianco. La collina di Fourvière è anche il centro spirituale e religioso di Lione, al punto da esser stata rinominata “la collina che prega” per la presenza di diverse chiese, tra cui le due più famose sono la Basilica di Notre Dame e la Cattedrale di Saint Jean.

Il quartiere di Vieux Lyon non deve la sua popolarità solo alla presenza della Cattedrale, ma anche a quella dei traboules, ovvero stretti passaggi pedonali che collegano strade diverse passando all’interno di edifici e cortili privati. Divertiti a perderti al loro interno girovagando per la città!

Mur des Canuts

La collina che lavora”, invece, è Croix Rousse, quartiere operaio per secoli a se stante, che nel XIX secolo si è fuso al resto della città dopo l’abbattimento delle mura medievali. La zona deve la sua popolarità ai canuts, gli operai della lavorazione della seta nel corso dell’Ottocento protagonisti di diverse lotte sociali per il miglioramento delle condizioni lavorative e di salario. Ma c’è un altro particolare che rende indispensabile la visita da queste parti, ovvero il Mur de Canuts, il più grande murales d’Europa. Il dipinto raffigura il quartiere stesso coi suoi palazzi, le sue strade e i suoi abitanti. Un’opera gigantesca, che nel corso degli anni ha subito diversi ritocchi per tenerlo al passo coi cambiamenti di una zona che da proletaria è diventata bohemienne. Da vedere!

Tips: ti consiglio di provare questo ristorantino tipico nella vecchia Lione, La Traboulerie. Inoltre, l’hotel scelto per il nostro weekend dispone di un parcheggio coperto, a pagamento, utile per chi come noi ha optato per l’auto come mezzo di trasporto.

Tools: Booking, TripAdvisor.

Quali sono i prossimi viaggi in programma? Scoprilo!

Seguimi su Instagram @muttitravels